Carlone Giovan Battista (Genova 1603 - 1683/84)

Soggetto
Muzio Scevola dinnanzi al re Porsenna
Tecnica
Olio su tela
Misure
167 x 243 cm
Anno
1645-1650 circa
Scuola
Raccolte di provenienza
Banco di Chiavari e della Riviera Ligure
Inventario
BPL-1399
Notizie storico-critiche
Livio, Plutarco e Valerio Massimo narrano delle gesta raffigurate nel dipinto. Mentre Roma era assediata dal re degli Etruschi Lars Porsenna, il giovane Muzio, travestito, si intrufolo` nel campo nemico per uccidere il potente sovrano, ma, tratto in inganno dalla sfarzosita` delle vesti del segretario reale, colpi` a morte quest'ultimo. Quando Muzio fu portato dinnanzi a Porsenna per essere punito, con grande atto di coraggio, allungo` la mano destra sul braciere, a dimostrazione della scarsa importanza da lui attribuita alla vita. Il re, ammirato, ordino` di restituirgli la spada che Muzio impugno` con la mano sinistra, da cui il soprannome Scevola, "mancino".La grande t...
(le schede storico-critiche saranno consultabili registrandosi nella zona login)