Mattioli Emilio (Cento, Ferrara 1953)

Soggetto
Composizione N. 3
Tecnica
Olio su tela
Misure
40 x 50 cm
Anno
1978
Scuola
Italiana
Raccolte di provenienza
Banco S. Geminiano e S. Prospero
Inventario
BSG-381
Notizie storico-critiche
"Una poesia delicata, una tenerezza per le cose insignificanti, quotidiane, una discrezione e una pudicizia". Cosi` Vittorio Sgarbi (in Emilio Mattioli 1990) definisce la pittura di Emilio Mattioli, dove protagoniste sono "nature morte di frutta e cartoni, tovaglie di lino perfettamente stirate, calchi di gesso e sacchetti di carta" che "competono con estremo inganno con gli oggetti reali, i divertimenti moderni di Magritte e di Jim Dine, nella semplice e quasi solenne impaginazione". Una tavolozza e i contenitori del colore diventano in questa tela solenni e ieratici protagonisti della natura morta, una sfida all'illusionismo in concorrenza con la realta` che ha perso i ...
(le schede storico-critiche saranno consultabili registrandosi nella zona login)
Esposizioni
"Mostra personale di Emilio Mattioli", Modena, Hotel Fini, 12-25 maggio 1980.