Maratta Carlo (Camerano 1625 - Roma 1713), copia da

Soggetto
Apollo e Dafne
Tecnica
Olio su tela
Misure
128 x 137 cm (centinato)
Epoca
XIX secolo?
Scuola
Romana
Raccolte di provenienza
Banca Popolare di Novara
Inventario
BPN-2718
Notizie storico-critiche
Il dipinto e` una copia di Apollo e Dafne eseguito da Carlo Maratta intorno al 1681 per il re Luigi XIV di Francia e ora al Muse`es royaux des Beaux Arts di Bruxelles. L'episodio mitologico, narrato dalle Metamorfosi di Ovidio (I, 452-567) e` piuttosto conosciuto: Apollo aveva ucciso il serpente Pitone e, fiero, se ne era vantato con Cupido, dio dell'Amore, sorridendo dell'arco e delle frecce portate dalla piccola divinita` perche` non sembravano armi adatte a lui. Cupido arrabbiato colpi` il dio con la freccia d'oro che rendeva innamorati, e la ninfa Dafne, di cui sapeva Apollo si sarebbe invaghito, con la freccia di piombo che faceva rifuggire il sentimento amoroso. Qua...
(le schede storico-critiche saranno consultabili registrandosi nella zona login)